logo-in-cucina-con-mariatta
Clicca sull’annuncio (si, solo un click!) per supportarmi!

Taralli sugna e pepe

Taralli sugna e pepe

I Taralli sugna e pepe ( Taralli ‘Nzogna e Pepe) sono una ricetta tipica della Campania. Ricordo ancora quando 11 anni fa la prima volta il mio attuale marito mi disse, vuoi un tarallo e una birra? Io pensai subito al classico taralluccio (squisito sempre) ma non avrei mai pensato a qualcosa di cosi buono, friabile, croccante, dal sapore deciso di pepe e mandorle tostate. Sono ideali in ogni momento della giornata, come antipasto, come snack ma anche come aperitivo.  Vi lascio la ricetta e sono certa che come me vi innamorerete di questi taralli. Come sempre vi aspetto alla prossima ricetta. A presto!

Ingredienti

  • 500 gr di farina 00
  • 180 gr di acqua
  • 200 gr di strutto a temperatura ambiente
  • 150 gr di mandorle con la buccia+ altre 30 per decorare
  • 150 gr di lievito madre liquido rinfrescato oppure (8gr di lievito di birra fresco)
  • 1 cucchiaino di miele
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 20 gr di sale
  • 5 cucchiaini di pepe nero

Preparazione

  1. Prima di tutto preparate un lievitino: sciogliete il lievito madre liquido (licoli) in 80 gr d’acqua (presi dal totale) e lo mescolate insieme a 100 gr di farina (presi dal totale) e il cucchiaino di zucchero. Stesso procedimento se utilizzate il lievito di birra fresco. Fate riposare all’incirca per 1 oretta coperto da pellicola.
  2. Nel frattempo posizionate le mandorle su una teglia rivestita da carta forno e tostatele in forno preriscaldato a 200° per 5-6 minuti. Toglietele dal forno e lasciatele raffreddare.
  3. Non appena si saranno raffreddate tritata una parte nel mixer e una parte con un coltello grossolanamente.
  4. Riprendete il vostro lievitino e incorporate all’intento il restante della farina 400 gr, il restante acqua 100 gr e tutti gli altri ingredienti. Impastate a mano o in planetaria ma non eccessivamente, giusto un paio di minuti.
  5. Formate una palla e iniziate a creare i vostri taralli: Per realizzare ogni tarallo, staccate dal totale 2 pezzi di impasto da 50 gr  ciascuno e da ogni pezzo ricavate un filoncino lungo 20 cm, unite la punta e intrecciate i due filoncini, otterrete a questo punto una treccia e chiudetela unendo i due lembi. Terminate aggiungendo ad ogni tarallo 3 mandorle precedentemente bagnate (cosi da evitare che si stacchino nella cottura).
  6. Trasferite i taralli distanziati tra di loro in una teglia rivestita da carta forno e lasciateli lievitare per circa 3 ore.
          
  7. Infornate a 180° forno preriscaldato per 40 minuti circa, fateli raffreddare in forno spento con valvola aperta. Una volta completamente freddi rinfornate nuovamente a 150° per circa 15 minuti per dare la giusta croccantezza.

Possono essere conservati per un periodo di 15 giorni dentro sacchetti per alimenti.
5/5 (1 Review)