logo-in-cucina-con-mariatta
Clicca sull’annuncio (si, solo un click!) per supportarmi!

Graffe Napoletane: la ricetta originale senza patate

Graffe Napoletane senza patate

Graffe Napoletane senza patate

Che sia un dolce tipico del carnevale o no, le graffe a Napoli non mancano mai. Il dolce della colazione, della merenda di grandi e piccini. Esiste la versione con le patate che un giorno vi presenterò ma la vera graffa originale è quella senza patate che trovate in tutte le pasticcerie e bar di Napoli e dintorni, una ricetta semplice e veloce  da preparare e dopo tanti tentativi sono riuscita a trovare le giuste dosi per renderla davvero soffice. Ideali anche come buffet per feste di compleanni conquisteranno davvero tutti. Non mi resta che lasciarvi la ricetta e come sempre vi aspetto alla prossima. A presto!

Ingredienti per 10 graffe

  • 300 g di farina manitoba
  • 200 g di farina 0 (io ho utilizzato FarinaFutura)
  • 10 g di sale
  • 40 g di zucchero
  • 75 g di burro
  • 150 ml di latte fresco
  • 75 ml di acqua
  • 10 g di lievito di birra fresco
  • 1 uovo
  • q.b zucchero e 1 cucchiaino di cannella per la copertura

Preparazione

  1. Nella ciotola della planetaria o a mano unite le farine, il lievito sbriciolato, lo zucchero, metà acqua, l’uovo e il latte e iniziate a impastare a velocità moderata, dopo qualche minuto aggiunge il sale e l’acqua restante e continuate a impastare. Successivamente aggiungete poco per volta il burro a tocchetti fino a quando il precedente non si sarà bene amalgamato e continuate a impastare per circa 4 minuti.
  2. Trasferire l’impasto ottenuto in una ciotola ricoperta da pellicola e fate lievitare per circa 5 ore.
  3. Riprendete l’impasto e appoggiatelo su un piano di lavoro leggermente infarinato, dategli una forma a filoncino e ricavate dei panetti di circa 80 gr ciascuno.
  4. Prendete ogni panetto ottenuto e dategli la forma di ciambella, procedete per ogni panetto. (vedi video)
  5. Riponete le ciambelle in una teglia coperta di carta forno leggermente infarinata e fate lievitare nuovamente per circa 1 oretta.
  6. Trascorso il tempo necessario riprendete le ciambelle e con l’aiuto delle forbici tagliate dei quadrati di carta da forno in modo che le graffe non perdano la forma.
  7. Infine riempite un padella a bordi alti con abbondate olio di semi di girasole oppure olio di arachidi e friggete ad una temperatura max di 160° le graffe 1 alla volta mettendole con tutta la carta cosi da non sgonfiarle, la carta forno si staccherà da sola e la potrete togliere facilmente. Dovete friggere sempre a fiamma lenta/moderata facendo attenzione che l’olio non si riscaldi eccessivamente. Per una cottura ottimale la graffa dovrà friggere circa due minuti per lato.
  8. Scolatele e ripassatele subito da entrambi i lati nello zucchero con 1 cucchiaino di cannella che avrete mescolato insieme precedentemente. Posizionatele su una piatto da portata coperto da carta per fritti.
  9. Le vostre graffe sono pronte per essere servite. Si conservano bene anche fino a   3 giorni senza perdere morbidezza, meglio se imbustate in una pellicola per alimenti!

Potete accorciare i tempi di lievitazione ad un totale di 4 ore, suddividendo il tempo nelle due lievitazioni aumentando la quantità del lievito di birra a 20 gr totali.

5/5 (5 Reviews)