logo-in-cucina-con-mariatta
Clicca sull’annuncio (si, solo un click!) per supportarmi!

Focaccia con licoli

Focaccia con licoli

La Focaccia è da sempre uno dei lievitati più amati dagli italiani. Quando si parla di focaccia si associa per prima cosa Genova , li dove la focaccia non manca mai. E’ sempre  ben gradita sia a ora di pranzo, in spiaggia in una bella giornata di sole e  perché no anche a colazione con una fetta di prosciutto. La preparazione è un pò lunga ma ne vale davvero la pena. Ecco a voi la ricetta e come sempre vi aspetto alla prossima!

Ingredienti

  • 600 di farina 00
  • 100 gr di licoli
  • 420 gr di acqua fredda
  • 20 gr di olio extravergine d’oliva
  • 2 cucchiaini di sale

Preparazione

  1. Prima cosa rinfreschiamo il nostro licoli fino al raddoppio.
  2. Nel frattempo in una ciotola versiamo la farina e pian piano aggiungiamo l’acqua per creare una sorte di autolisi ( l’acqua da aggiungere a questo punto sarà all’incirca di 300 gr) e impastiamo delicatamente.
  3. Nell’autolisi aggiungiamo il nostro licoli ormai raddopiato ( che contiene una grande percentuale di acqua) e impastiamo fino ad amalgamare il tutto. Lasciamo riposare per mezz’ora.
  4. Riprendiamo l’impasto e aggiungiamo un’altra parte  dell’acqua pian piano e impastiamo fino ad assorbimento dell’acqua.
  5. Aggiungiamo l’olio insieme all’ultima parte di acqua e impastiamo energicamente, facendo delle pieghe di movimento alzando l’impasto e portandolo verso il centro.
  6. Infine andiamo ad aggiungere il sale e continuiamo a impastare per altri 10 minuti abbondanti fino ad ottenere un composto incordato, facciamo qualche altra piega.
  7. Lasciamo l’impasto nella ciotola mettendo un filo d’olio sul fondo e lasciamo riposare per un’oretta in forno con luce spenta. Successivamente portiamo l’impasto in frigo fino al giorno dopo. Personalmente ho impasto alle h 19:00 di sera e ripreso l’impasto dal frigo alle 16:00 del giorno dopo.
  8. Riprendiamo l’impasto dal frigo e lo lasciamo a temperatura ambiente per circa un’oretta in modo che l’impasto riprende la sua lievitazione.
  9. Trascorso il tempo facciamo un paio di pieghe in ciotola. Versiamo dell’olio su una teglia antiaderente, e facciamo  rilassare la focaccia nella teglia pian piano. Si rilassa pian piano avendo pazienza riprendendola ogni tanto dopo una sosta di 15 minuti. Man mano che passa il tempo si allarga facilmente muovendoci sempre dal centro verso il bordo. Per non farla seccare nelle ore del raddoppio io allungo l’impasto sulla superficie cosi da non coprirla (in questo modo l’olio in fondo alla teglia va a finire in parte sulla superficie della nostra focaccia).
  10. Ora possiamo lasciarla lievitare all’incirca un’altra oretta.
  11. Nel frattempo prepariamo in una tazzina acqua e sale e mescoliamo per bene.
  12. Riprendiamo il nostro impasto e bagniamo tutta la superficie con l’acqua e sale non raccogliendo ovviamente il sale rimasto nel fondo della tazza, dopo aver bagnato rifacciamo dei buchetti e inforniamo a 230° forno statico riscaldato per circa 20- 25 minuti. Fate raffreddare sempre su una gratella cosi che rilascia l’umidità in eccesso e servite la vostra focaccia.

Se non avete a disposizione lievito naturale liquido (licoli) potete benissimo sostituirlo con 7 gr di lievito di birra fresco.
5/5 (1 Review)